La mediocrità ci salverà dalla crisi!

“Visto che il mondo sta prendendo una direzione delirante è il caso di assumere un punto di vista delirante”. Lo diceva Jean Baudrillard, un sociologo francese. Ma quello che manca di dire è che il mondo, a mio parere, ha sempre avuto un punto di vista delirante delle cose.

Pensiamoci. La mediocrità ci ha portato a questa situazione, non solo dal punto di vista professionale ma anche dal punto di vista dell’essere. Ragioniamo. Abbiamo sempre optato per la corsa al risparmio e questo ha permesso di premiare la mediocrità di un prodotto, quindi, non curato a livello artigianale come si dovrebbe, per abbandonare la strada della qualità.

Mettiamola così: abbiamo optato per abiti in sottocosto, magari realizzati sullo sfruttamento, preferendoli al quelli del sarto o di qualunque professionista serio.

Dal punto di vista del lavoro poi, la mediocrità è stata addirittura premiata. Investire sulla professionalità, farsi in quattro e dimostrare di essere in grado di svolgere il proprio lavoro al meglio, non viene quasi mai premiato.

Ancora oggi mi rimbomba nelle orecchie le frasi di un/a conoscente che lavora in un ente pubblico: “Sono anni che mi faccio in quattro per ottenere quella promozione, ma alla fine mettono chi vogliono loro”.

Vero. La politica ha dato una bella spinta al fenomeno, non esiste nessun politico al mondo che non farebbe un favore ad un amico o ad uno sponsor. “Tranquillo! Sistemo io tuo figlio” e per sistemarlo, gli regala il posto per cui altri hanno lavorato sodo per ottenerlo.

Quindi voglio assumere un punto di vista delirante, per non essere il violino che stona in questa assurda orchestra! Evitiamo di investire nella professionalità! Investite nelle amicizie! Quelle giuste, così potrete essere le persone sbagliate, nel posto sbagliato e, per ironia della sorte e dei luoghi comuni, al momento sbagliato.

Quindi, da oggi parola d’ordine è: Mediocrità! A livello personale va tutto bene, guadagneremo. A livello planetario continuerà ad andare tutto a puttane (perdonate il francesismo), ma chi paga?
Ovvio, chi ha investito nella propria professionalità.

Médiocrité, Délire et Lécher le cul: la rivoluzione del futuro (e la fabbrica delle ginocchiere ci guadagnerà).

Siate deliranti italiani e gridate: La mediocrità ci salverà dalla crisi. Ed il resto? Si attacchi! Ovvio no?

Annunci
Published in: on aprile 9, 2010 at 4:17 pm  Comments (1)  

The URI to TrackBack this entry is: https://ilfolle.wordpress.com/2010/04/09/hello-world/trackback/

RSS feed for comments on this post.

One CommentLascia un commento

  1. unfortunately it is fucking right


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: